sabato 30 gennaio 2010

Circa le sorprese e la ventata di vita che esse portano con sé

Sproloquiato da eppifemili alle 15:54
Che ne pensi? 
31 commenti


Alcuni giorni orsono, è sorta l'alba del mio trentasettesimo compleanno.

E già.
Solo per questo bisognerebbe tentare il suicidio.
Lo so.

Da alcuni anni infatti, Eppi (che in queste occasioni eppi non lo è proprio tanto) non si spinge fino alla conlcusione della propria Augusta esistenza.
No.
Tuttavia, si limita con impegno e costanza ad immergersi in una latente e strisciante depressione che ha generalmente la benevolenza di aumentare esponenzialmente man mano che il fatidico giorno si avvicina.

Alla vigilia, Eppi è lì che si prepara un cocktail di barbiturici, sonniferi e Nutella (ritengo di meritare una morte degna), quando Homo, le dice fiducioso e raggiante:

"Eppi, non ti preoccupare.
Sono sicuro che domani trascorrerai una giornata FAVOLOSA".


"Si. Si", rispondo io noncurante, affondando la testa in un tiramisù per dieci persone, sperando di morire di soffocamento per ostruzione della trachea.

"L'unica cosa - prosegue - è che dobbiamo festeggiare dall'ora di pranzo in poi, perchè devo sbrigare delle commissioni per mia madre la mattina presto".

Ormai sono nel pieno di un picco glicemico fulminante, dunque non gli do peso.

Rispondo depressa:
"Ok".

L'indomani all'alba, sento dei rumori.
E' lui che si alza.
MIRACOLO! MIRACOLO!
Homo che ha capacità di avere percezioni sensoriali prima delle 2 del pomeriggio!?!?!
Non puo' essere.
Forse sto ancora dormendo e trattasi di sogno, per quanto realistico.
Mi giro dall'altra parte, mi rideprimo un po', e torno subito a dormire.

Vengo destata solo molto dopo dal citofono che suona insistentemente.

Ormai realizzo che è tardi.
Scatto in piedi.
Vado alla porta.
E' lui! Homo!
Cerco di connettere.
Lo guardo.
Strabuzzo gli occhi.
Riguardo.
Accanto a lui, mentre sale le scale, vedo una coda scodinzolante tutta bianca.

Ci vedo offuscato per il sonno.
Ma poi mi rendo conto che sto piangendo commossa.

MORALE DELLA FAVOLA:
quel matto di mio marito, si è davvero svegliato all'alba e ha davvero affrontato un viaggio di tre ore per andare in un canile sperduto nelle montagne laziali, e prendere un mio pupillo cane (che ho cercato invano per mesi di far adottare da qualche fulminato dal cuore tenero) e che da 8 anni vive recluso in un freddo box.

SIGNORE E SIGNORI!

RULLINO I TAMBURI E SQUILLINO LE TROMBE PERCHE' LA EPPIFEMILI SI E' ALLARGATA!

C'E' UN NUOVO COMPONENTE DELLA FAMIGLIA E SI CHIAMA NIENTEPOPODIMENOCHE:

RUBACUORI !!

Eccolo a voi in tutta la sua splendida, anziana e tenera bellezza:



sabato 23 gennaio 2010

IL TREDICESIMO TEFPOW !

Sproloquiato da eppifemili alle 14:17
Che ne pensi? 
4 commenti
bravo

Non potevo non premiarla.

E non solo perchè il suo modo di scrivere è arguto, divertente e terribilmente intelligente.

Non solo perchè è una di quelle "amiche virtuali" che mi dico: "Si. Questa qui mi piacerebbe proprio conoscerla di persona".

Non solo perchè una che cià una avatar così è davvero una gran figa.

Non solo per il fatto che è un membro di "Donne Pensanti" e lei decisamente PENSA.

Ma questa volta soprattutto perchè ha fatto una cosa concretamente importante, confermando ancora una volta di essere davvero una BELLA PERSONA.

Vi presento quindi JANE, la vincitrice del TEFPOW (The Eppifemili's Favourite Post of the Week) di questa settimana:


Ecco a voi: LUPINA !

- per leggerlo cliccaci su -



*Qualora il meritevole del TEFPOW avesse qualcosa in contrario, potrà segnalarlo alla Segreteria di Eppifemili.
(Orari di apertura: il mercoledì dalle 10:00 alle 10:05
).
Sarà mia premura rimuovere immediatamente il link.


**Qualora il meritevole volesse invece dare prova sul proprio blog di essere stato insignito dell'autorevole segnalazione, potrà copiare ed incollare il seguente codice un po' dove cavolo vuole:

martedì 19 gennaio 2010

LE DELIZIE DEI VIANDANTI

Sproloquiato da eppifemili alle 11:58
Che ne pensi? 
22 commenti
Quest'oggi cari Eppi-lettori ho deciso di deliziarvi con un breve resoconto fotografico delle nostre trascorse ed "intelligentissime" vacanze di inizio anno.

Si, quelle che ci hanno portato non solo ad essere del tutto somiglianti a Totò e Peppino (in vacanza a Milano), ma ci hanno anche svelato i misteri delle pratiche nordiche dell'ibernazione corporea, dalla quale sono uscita solo pochi minuti orsono.

Tranquillizzo tutti anticipando che la principessa Eppidog in quei giorni è stata portata in trasferta dalla nonna, la quale non solo ce la riconsegna puntualmente OBESA, ma anche un po' rincoglionita in quanto ella (la nonna) è, al contrario nostro, estremamente mattiniera.
In pratica le vacanze dalla nonna a Eppi-dog fanno tipo
effetto JETLAG, e dopo, le ci vuole almeno un mesetto per riallinearsi con i nostri ritmi "nottambuli".
Per giorni e giorni abbiamo visto girare per casa non un cane, ma un'
ameba coi peli.

Detto ciò vado ad illustrarvi con dovizia di particolari il nostro
WEEKENDONE A PRAGA.

Prima di tutto partiamo dall'elegantissimo abbigliamento (come potete vedere chiaramente estivo e sgargiante) che ho sfoggiato durante tutta la permanenza.
Si. Lo so. Sembro un corvo imbalsamato, ma tant'è.




Dopo, con orgoglio e soddisfazione, passo a mostrarvi il piedone di Homo nel momento in cui ha portato la sua regale persona nel più sperduto ed isolato (nonchè gelido ovviamente) parco della capitale Ceca.
Della serie, manco Armstrong nel '69, quando è sceso dall'Apollo 11 ed è sbarcato sulla luna .





Ed ora passiamo gentilmente a contenuti più prettamente culturali.
A passi lunghi e ben distesi, vado a darvi testimonianza delle insuperabili bellezze della città nei suoi più intimi dettagli architettonici:




Si. Avete intuito bene. Trattasi di un tecnologicissimo ultimo modello di videocitofono dell'Est. FAVOLOSO.

Ma ovviamente, la mia attenzione non poteva non essere attratta da un po' di sane ed interessanti vetrine natalizie. E quindi....eccovi immediatamente una segretissima anticipazione della collezione autunno-inverno del 2050. Micapizzaefichi!




Ora che vi ho istruito con interessanti descrizioni di Praga a sfondo socio-culturale, ritengo di aver espletato a pieno per oggi la mia missione educativa.

Mi rendo conto che, dopo codeste preziosissime informazioni, Praga non ha più segreti né per me, né per Homo, né per voi.

Indi, la prossima volta che fate un viaggetto, magari...a dirla tutta....

ANDATEVENE A PARIGI.

CHENONFATEUNSOLDODIDANNO.

venerdì 15 gennaio 2010

Cose che capitano

Sproloquiato da eppifemili alle 08:45
Che ne pensi? 
25 commenti



E comunque ieri sera qualcuno in casa Eppi era oltremodo stressato....


ps: per chi non lo sapesse ancora, il soprafotografato groviglio di peli è NIENTEPOPODIMENOCHE... (rullino i tamburi e squillino le trombe)...

la mitica,
l'infaticabile,
la sempre attiva,
e soprattutto la super-lasciva...

EPPIDOG !!

mercoledì 13 gennaio 2010

COMUNICAZIONE STRETTAMENTE DI SERVIZIO

Sproloquiato da eppifemili alle 12:10
Che ne pensi? 
30 commenti



Dlin, Dlon!

La Direzione di Eppifemili comunica alla gentile ed amatissima clientela che, in seguito alla lettura del precedente post , il periodo Nirvana si è ufficialmente concluso.

La Direzione comunica altresì che Homo è attualmente passato a quello che passerà alla storia come IPGR ovvero "Il Periodo Guns&Roses".

Si prevedono:

- capelli lunghi fino al sedere
- vasto assortimento di bandane
- pericoloso incremento del numero dei tatuaggi
- ed infine un simpatico esaurimento nervoso (il mio).

La Direzione augura a tutti voi una radiosa giornata di silenzio.

Dlin, Dlon.

riflessione: evidentemente è proprio vero che scrivere su questo blog serve a qualcosa.

richiesta: tirate immediatamente fuori dei consigli per arginare la situazione.

martedì 12 gennaio 2010

Circa Homo e la passione irrefrenabile per la musica

Sproloquiato da eppifemili alle 08:58
Che ne pensi? 
17 commenti



Homo ama la musica.
Ma lui non la ama come qualunque altro essere umano vivente sul pianeta Terra.
No.
Lui la ama in un modo incondizionato, unidirezionale, assolutista.

Homo possiede una tecnica tutta sua.
Va a periodi, sigillati rigorosamente in compartimenti stagni musicali dai quali non si esce manco se gli si butta su il clone della bomba atomica sganciata su Hiroshima.

La sua strategia è perversa.
Si concentra per un tempo indeterminato (di cui non è dato sapere) su un solo artista o gruppo musicale, e
da quel momento per noi tutti è la fine.

Se lui decide per esempio che questo è il periodo dei Nirvana, signori cari, in questa casa (e conseguantemente in un raggio di 3 chilometri con picchi sonori che raggiungono la cima del Colosseo anche nei giorni ventosi) non si ascolterà nessun altra nota o sillaba che non sia fuoriuscita dalla santa bocca di Kurt Cobain.
Sempresialodato.

Si ascolteranno a ripetizione Nevermind, Bleach, In Utero.
Senza sosta.
E rigorosamente a tutto volume.

Ma il nostro non si ferma di certo qui.
E' un professionista lui!
La full immersion prevede che, accanto alla discografia completa del gruppo in questione (quindi dei Nirvana, ...ve l'avevo già detto per caso?), i nostri cervelli vengano bombardati da una serie maniacale di accessori cultural/informativi quali:

- un numero indeterminato di biografie completissime (della serie che siamo a conoscenza anche del numero di caccole che Kurt aveva nel naso dal '91 al '93)

- il diario olografo di Kurt Cobain (paceallanimasua e - insisto - sempresialodato)

- il documentario sui gruppi punk rock scaricato in rete e realizzato da chissà quale paranoico schizzoide punkettaro degli anni '90

- il film sui Nirvana inseriti nel contesto Punk rock dell'America reaganiana

- un abbigliamento rigorosamente in tema, e cioè immancabilmente Grunge dalla testa ai piedi: il capello lungo già ce l'abbiamo grazieaddio; ma a questo abbiamo aggiunto una collezione vintage di camiciole a scacchi da boscaiolo della East Coast, un paio di diversi modelli di jeans sdruciti, e non ultima una serie completa di magliettine logore (possibilmente con buco - se poi per caso il buco ce l'hanno sia davanti che dietro allora scatta il delirio di onnipotenza).

Vi basta!?
A me si.

E comunque io so solo una cosa.

Dopo settimane di
Smells like a teen Spirit e Rape me,
interminabili
giorni di miagolii incessanti
e serate su serate di urli lamentosi,
io non solo mi sogno la notte di aprire l'anta sinistra dell'armadio (verde), quella lunga due metri, e veder saltare fuori (avventandomisi addosso) il redivivo Kurt Cobain con tutta l'intenzione di spaccarmi la sua chitarra elettrica in testa, ma comincio seriamente a pensare che, se mai dovesse nascerci un figlio, è certo che la conclusione potrà essere una sola.

Nascerà grunge.

lunedì 11 gennaio 2010

Le aspettative.

Sproloquiato da eppifemili alle 09:00
Che ne pensi? 
14 commenti



Come ogni inizio d'anno che si rispetti, secondo voi, Eppi poteva non spararsi una bella listarella di buoni propositi?!

No.
Non poteva.

Quindi, sentendomi oltremodo generosa, ho deciso di rendervi partecipi di cotante mie aspettative. Sono particolarmente buona, lo so. Sarà il 2010 che mi fa quest'effetto.
Ringraziatemi.

Vado ad elencare per il vostro gaudio e tripudio.
Squillino le trombe e rullino i tamburi!
Qui si parla di roba seria!

Il Buon Proposito N.1: perdere assolutamente quegli odiatisimi due chili due, che si sono piazzati sul giro coscia e che mi fanno, ogni volta che mi guardo allo specchio, mettere un tantino di sbieco per sembrare più esile. E a tutti quelli che mi dicono (soprattutto le perfide donne) "ma no, stai benissimo così", vorrei piazzare un quarto di bue e otto chili di patatine fritte di mecdonald nelle viscide boccacce per farli tacere. Amen.

Il Buon Proposito N.2: diventare la campionessa mondiale di Tango Argentino; prendere Uby tirandolo per le ciglia finte, e volteggiare assieme a lui (in una tournée lunghissima fatta di 1340 serate consecutive dove io sfoggio altrettante paia di scarpe diverse) in tutte le milonghe del pianeta, facendo ovviamente restare gli astanti a bocca aperta tipo Johnny e Baby quando ballano nella scena finale di Dirty Dancing. Capito l'antifona?! Bene. Proseguiamo.

Il Buon Proposito N.3: arrivare a correre 40 minuti consecutivi sul lungotevere senza farmi partire l'embolo e soprattutto senza che la mia tutina fuxia catarifrangente, riflettendo gli invernali raggi del sole (già peraltro riflessi dalle acque fetide del fiume), causi, per lo scintillio abbagliante, inaspettati tamponamenti a catena. Una vena di altruismo nel 2010 ci vuole. Si. Prego.

Il Buon proposito N.4: evitare il suicidio (o l'omicidio da parte di Eppidog) della gatta Minù appartenente alla signora Gertrud dell'ultimo piano (per ripassino prego andare qui), la quale continua imperterrita a catapultarsi, esibendosi in svariate serie spettacolari di tripli carpiati, dalla finestra delle scale del secondo piano fin sul tetto del nostro bagno, causando tachicardie e ingrossamenti venosi alla povera Eppidog (che vede invaso il suo territorio), e causando a me una serie interminabile di vertigini nel tentativo di recuperarla con frequenza settimanale abbarbicandomi su una traballante scala a pioli. Chelapossino!

Buon proposito N.5: smetterla di spararmi i soliti illusori buoni propositi, sapendo che tanto verranno puntualmente e con chirurgica precisione ignorati. Ovviamente il giorno che raggiungerò tale pace dei sensi (mentali soprattutto) con tutta probabilità questo blog verrà chiuso poichè non credo che mi rimarrà altro da dire. Ma tant'è.


La taglio corta signori, e vi dico dunque che anche nel 2010 spero proprio che per tutti noi sarà...SEMPRE E COMUNQUE TUTTAPPOSTO.
Perchè se è vero che non ci siamo mai fatti mancare niente, è altrettanto vero che non cominceremo certo ora.
GIUSTOOO?!?!?!

domenica 10 gennaio 2010

IL DODICESIMO TEFPOW !

Sproloquiato da eppifemili alle 11:18
Che ne pensi? 
4 commenti
bravo

Perchè è una domanda che mi sono sempre fatta senza sapermi dare una risposta.

Perchè è un interrogativo che dovrebbero porsi tutti prima o poi. Meglio prima che poi.

Perchè ogni tanto fermarsi e pensare a noi, alla nostra vita, a ciò che ci ha reso le persone che siamo oggi, fa bene al cuore e alla mente.

Perchè aprirsi al nostro passato significa sapersi aprire al nostro futuro.


Per questi, e un'altra manciata di motivi, vi annuncio che il vincitore del TEFPOW (The Eppifemili's Favourite Post of the Week) di questa settimana è:


Chissà dove finiscono gli anni passati

- per leggerlo cliccaci su -



*Qualora il meritevole del TEFPOW avesse qualcosa in contrario, potrà segnalarlo alla Segreteria di Eppifemili.
(Orari di apertura: il mercoledì dalle 10:00 alle 10:05
).
Sarà mia premura rimuovere immediatamente il link.


**Qualora il meritevole volesse invece dare prova sul proprio blog di essere stato insignito dell'autorevole segnalazione, potrà copiare ed incollare il seguente codice un po' dove cavolo vuole:

giovedì 7 gennaio 2010

Circa le vacanze natalizie e tutto ciò che gira loro intorno

Sproloquiato da eppifemili alle 17:24
Che ne pensi? 
13 commenti



Ma dov'è Eppi?!
Che fine avrà fatto quella gran sagoma di Eppi?
Dove si sarà andata a cacciare lei, con tutta la sua Eppifemili a seguito?!

Per non tediarvi con noiose cronache virtuali di una manciata di vacanze annunciate, vi dico solo che:

- Eppi si è decisamente e senza speranza affossata nello spirito natalizio (che peraltro lei odia), gettandosi a capofitto nello shopping, nel traffico e nel delirio di onnipotenza.

- Si è trovata impantanata nelle abbuffate familiari modello "bombe caloriche", che hanno reso la bilancia la sua peggior nemica (giura e spergiura che avrà il coraggio di salirci nuovamente su, solo dopo un digiuno di 8 mesi e sei giorni che manco Gandhi).

- Non paga, Eppi si è aggrovigliata in un fiume inarrestabile di messaggini di auguri che hanno bombardato il suo telefonino e ai quali, con riluttanza e senso di colpa, ha decorosamente ed educatamente risposto. Grazie.

- Ha pensato bene di trascorrere un sereno capodanno in un deserto casale toscano immerso nel nulla, in compagnia di alcuni amici, giocando a biliardo fino a mattino (si. questo lo ammette, le è piaciuto).

- Ha avuto la mirabolante idea, assieme a suo marito Homo, di recarsi per alcuni giorni in una gettonatissima capitale europea dove, non solo ha dovuto fare a botte con una bolgia di turisti italiani assatanati provenienti da ogni angolo recondito del Belpaese, ma si è temporaneamente ibernata causa temperature polari di gran lunga sotto lo zero.

- Di conseguenza, detto ciò, Eppi ha ora deciso che prenderà il suo bel tempo,
si appollaierà sul divano abbracciandosi un termosifone
e cercherà, con calma e per piacere, di scongelarsi.

Grazie.
Blog Widget by LinkWithin
 

eppifemili Copyright © 2009 Girl Music is Designed by Ipietoon Sponsored by Emocutez