martedì 29 settembre 2009

Circa gli accadimenti di venerdi sera e il loro epilogo bizzarro.

Sproloquiato da eppifemili alle 09:00
Che ne pensi? 
Ho appuntamento con S. alle 8 in punto in un bar dove il nostro usuale gruppo di amici è solito incontrarsi il venerdi sera.
Infatti arriveranno anche altri simpatici individui che da tempo immemore allietano le mie serate.

Io sudo freddo.
Non so come dire a S. che A., nel pieno di una crisi depressivo/convulsiva, ha deciso di non recare la sua magna persona fino a noi.
Io me ne son fatta rapidamente una ragione.
Ma come la prenderà S.?
Dopo tutte quelle energie spese nei giorni passati a farsi bella, che manco per il restauro della Cappella Sistina, per lei non sarà facile incassare il colpo.

In ogni caso, segretamente, confido nel potere taumaturgico che hanno per lei una botta di cipria e due spazzolate di mascara nero carbone.

Arrivo nella piazzetta.
Lei è già lì.
Non avevo dubbi.
Emana un'aura luminosa.
Una luce evanescente si irradia attorno alla persona tutta, scaturendo dalla sua intrinseca energia postiva.
Tuttavia mi balena il sospetto che quella luce sia invece frutto del riflesso degli occchiali da sole giganti (montatura bianca e lente specchiata) che troneggiano sul suo bel nasino.

Appena mi vede da sola, si verifica istananeamente in lei un crollo emotivo che rimbalza immediatamente sull'espressione facciale.
Le ciglia mi si afflosciano, il capello piastrato mi si elettrizza un po' come se avesse messo le dita nella presa da 220, il rossetto cola e soprattutto, l'aura che prima la illuminava, si spegne fatalmente dopo aver emanato intermittenti e gracchianti bagliori.

"Ciao Eppi!
Cioà!
Non ci posso credere!
Non è venuto!??!!"
Vedendola trasalire, sto per tirare fuori i sali dalla borsetta ma improvvisamente riacquista colore e decido di rimandare.
Si...! Brava!
Resiste!
E' ancora in piedi!

"Cara, mi dispiace tanto.
Ti avevo avvisato del fatto che ho ricevuto dei messaggi sospetti che non promettevano niente di buono.
Non sai quanto sono delusa!",
avevo infatti preventivamente cercato di atttutire il trauma dandole degli input circa la remota possibilità di un cambiamento di piani.

"Oddio no! Cioà! Vabbè.
Mi sa che non ci 'ssa gniànte da fare.

Il dessino vuole così.

Cioà, alla fine 'ssa storia va presa con filosofia.

Io e lui non ci incontreremo mai.

Rimarrò single a vita.

Però cara, sono davvero contenta di vederti.
Alla fine sai che c'è!?! Beviamoci su e non pensiamoci più!"
Grande S.! Ti sta per partire l'embolo per la disperazione, ma reagisci.
Sono orgogliosa di te!

Ci sediamo al tavolo e nel giro di alcuni minuti ci raggiungono il Bellis (architetto), Il Giangi (commercialista) e la sua fidanzata Mari (psicologa).
Iniziamo con un prosecchino, per non sapere né leggere e né scrivere.
Ma ben presto sul nostro tavolo cominciano a scorrere fiumi di vino bianco fresco che immortalano una delle ultime calde serate romane.
S. è demoralizzata, ma arranca raschiando il fondo della bottiglia di Traminer con tutta la forza delle sue unghie laccate in una trendissima tinta fluo.

Se la beve, se la ride e un po' se la lamenta anche.

Dietro di noi, noto una ragazza che mangia da sola.
Ha di fronte un piatto e un bicchiere a calice con del vino bianco dentro.
Sta evidentemente cenando.
Da sola.
Accovacciato alle sue gambe un piccolo cagnolino la scruta protettivo.

Come al solito, il Bellis si lancia e attacca bottone.
Si scopre quasi subito che è stata appena mollata dal fidanzato storico, il quale le ha chiesto la classica pausa riflessiva.
Questa è la prima sera che lui non dorme nella loro casa.
E lei non ce la fa a stare da sola.
Tò!
Casualmente, tutto ciò suscita nel Bellis uno spontaneo interesse dettato dalla sua particolare vocazione all'arte consolatoria.
Vero obiettivo: il rimorchio della biondina la quale, nel giro di 3 minuti, viene fagocitata e si ritrova seduta al nostro chiassoso tavolo.

Dunque, ricapitolando, l'allegra combriccola si arricchisce di:

N. 1 donna depressa corredata da acute crisi abbandoniche

+

N.1 cane randagio da poco raccattato dalla strada, accompagnato dalle medesime crisi.

E' tuttapposto.

Comincio a percepire nell'aria una strana sensazione: la serata sta decisamente prendendo una piega bizzarra.

Al nostro tavolo erano già presenti:

-
S., single quarantenne abbacchiata e pure un bel po' brilla, in vena di bilanci esistenziali negativi
-
Eppi-architetto in uno stato d'ansia cronico, causa missione consolatoria; è tuttavia armata di un inusuale spirito di iniziativa e di una massiccia dose di anti-depressivi.
-
Il Bellis, giullare storico del gruppo, decisamente lanciato verso un'impresa disperata e galoppante di rimorchio selvaggio.
-
Il Giangi, uomo dalla sensibilità sopraffina, avvezzo al pettegolezzo impudico che la schiava Isaura gli fa un baffo.
-
e soprattutto la Mari, professione psicologa, con la mania dell'interpretazione e frantumazione della personalità di tutti quelli che le capitano a tiro.

L'aggiunta dei sopra citati due nuovi arrivi, non mi pare creare una sinergia emotiva ideale per la serena prosecuzione della serata.
No.

In men che non si dica, quello che doveva essere un banale aperitivo autunnale, si evolve geneticamente in una profonda seduta psicanalitica, con la nuova arrivata in lacrime accasciata sulla sedia, S. che la consola, Il Giangi che le riempie continuamente il bicchiere per farle dimenticare i suoi guai, la Mari che la psicanalizza e il Bellis che ci prova come un disperato.

Argomento trattato: lo spezzettamento dell'io e la frammentazione del subconscio extra sensoriale inserito in un contesto di privazione sentimentale.

Risultato: una sonora e memorabile sbornia collettiva.

Manco ve lo dico che sono tornata a casa con un gran mal di testa.

42 commenti on "Circa gli accadimenti di venerdi sera e il loro epilogo bizzarro."

Tendallegra on 29 settembre 2009 09:15 ha detto...

ahahahah....noto che Homo, và mandato soli.....che saggio!!!

:))))))

Onde99 on 29 settembre 2009 09:22 ha detto...

Beh... però, in fondo, le serate no capitano a tutti ed è bello avere degli amici con cui condividerle e sbronzarsi...

Anonimo ha detto...

mica male!
voglio dire, se la tipa avesse cenato sola probabilmente si sarebbe buttata nel tevere!
almeno così c'ha guadagnato da bere, due ciance e una seduta aggggratisss!
:)

ma poi? il bellis è riuscito almeno nell'acchiappo del n. di telefono?
gmai

ANNA on 29 settembre 2009 10:02 ha detto...

E tutto ciò perché gli uomini sono dei vigliacchi senza palle!!!

thecatisonthetable on 29 settembre 2009 10:15 ha detto...

Il mio venerdì si è svolto diversamente, ma si è concluso nello stesso, identico modo...

Che favolosa comunione d'intenti!

;-)

nemuriko on 29 settembre 2009 10:29 ha detto...

Eppi, post bellissimo ma perl'amordidddio correggi immediatamente quell'IMPUT che se no mi parte un embolo!

peppermind on 29 settembre 2009 10:37 ha detto...

Lieto fine!
Ok, ho il senso del lieto fine deviato...

Mi dipsiace, sai, per S., ma temo che abbia visto giusto, nello sconforto: non ci ssa gniente da fare.

eppifemili on 29 settembre 2009 10:58 ha detto...

@tenda:
cara la mia tendina! Hai bevuto di prima mattina?!!?
;)

@Onde99:
si si è che poi le dinamiche si complicano improvvisamente e non si sa mai dove si va a finire!

@gmai:
Il Bellis ci riesce sempre ad accihappare il numero di telefono.
E' una legge non scritta.
Non fallisce mai.
Le prende per sfinimento.

@ANNA:
e vabè no dai!
Mica son tutti uguali!
Alla tipa è capitato un rammollito.
odio le pause di riflessione...non promettono nulla di buono.
Ma nulla eh?!?

@thecatisonthetable:
eh eh!
Spero che lameno il tuo mal di testa sia stato un po' più clemente del mio.

@Nemuriko:
ahahahahahah!
e per così poco ti parte l'embolo!?!?
Allora la povera S. che doveva fare!??!
Comunque l'ho corretto anche se mi ci ero pure un po' affezionata...

;)

@pepper:
infatti. Proprio Gniànte, gniànte.
:)

nemuriko on 29 settembre 2009 11:08 ha detto...

deformazione professionale ;)

La Strega on 29 settembre 2009 11:23 ha detto...

La biondina è una grande! Anch'io quando ero in depressione nera ho raccattato Brodina, ed è stato il primo passo verso la risalita!
Bravi, sicuramente le avete regalato un inaspettato diversivo!

La Strega on 29 settembre 2009 11:23 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
eppifemili on 29 settembre 2009 11:34 ha detto...

@lastrega:
bello!
dillo a me che mi porterei tutti a casa quelli del canile dove vado a fare volontariato...
:((

stellasenna on 29 settembre 2009 12:04 ha detto...

Di sicuro non puoi lamentare noia è...;P

Anonimo ha detto...

...anche io mi trovo spesso seduta da sola a qualche tavolo in un caffè.
E per risparmiare, la parte del cucciolo randagio, la faccio io!

Ahò, non mi resta che sperare di beccare il Bellis, una volta o l'altra... :-)))


Monique

eppifemili on 29 settembre 2009 12:57 ha detto...

@stellasenna:

noia mai!!
impossibile.

@monique:
non so se proprio ti conviene eh?!?!

Piulina on 29 settembre 2009 13:19 ha detto...

Brava S! l'alcool è sempre la miglior soluzione XD
E l'ha capito anche la ragazza del tavolo accanto! XD

eppifemili on 29 settembre 2009 13:56 ha detto...

@piulina:
ecco si.
L'abbiamo buttata in caciara.
:)

Tendallegra on 29 settembre 2009 14:22 ha detto...

Sono notoriamente ciecata, ma ho le lenti a contatto.
E non ho bevuto, sono astemia, sono effervescente e spumeggiante di mio.

Mi sò rifatta i conti....ho riletto il post...quindi: o hai nascosto Homo sotto al tavolino, o se l'è sbranato il cagnetto della depressa (MA NO! SPERIAMO DI NO!!!) oppure non ci stava ed io non sono impazzita del tutto!

eppifemili on 29 settembre 2009 14:25 ha detto...

@tenda:
no vabbè! tu stai davvero avanti!
Sei talmente avanti, che hai interpretato la scena inserendo personaggi che a quella scena non appartenevano.
sei un genio!

ps: infatti è la terza che hai detto: Homo non c'era e per fortuna, non se l'è sbranato il cagnetto!
;)

Tendallegra on 29 settembre 2009 14:33 ha detto...

"....Sei talmente avanti, che hai interpretato la scena inserendo personaggi che a quella scena non appartenevano.
sei un genio!...."

Che ho fatto??????
....MI SO' PERSA....:((((

Non ci ho capito nienteeeeeeeeeee
Sono in convalescenzaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

eppifemili on 29 settembre 2009 14:38 ha detto...

@tenda:

non te preoccupà!
Un'aspirina e passa tutto.

arthur on 29 settembre 2009 14:41 ha detto...

Beh, quanto meno avete comunicato un po’… in un epoca dove la comunicazione è un optional, avete dato un input positivo a che non muoia del tutto… :lol:

La prossima volta fammelo sapere che c’avrei due o tre amiche in vena di confidenze.

eppifemili on 29 settembre 2009 14:42 ha detto...

@arthur:
percaritàdiddio!
già le mie mi mettono puntualmente in cuffia!
Ci mancano anche le amiche degli altri!! ;)

mariacristina on 29 settembre 2009 14:59 ha detto...

Sapevo che c'era di mezzo uno in pausa riflessiva, un stand-by man!
S. sei grande!!!

Taglia on 29 settembre 2009 15:59 ha detto...

Con tutto quell'acool: depresse, e il giorno dopo depresse e con un gran mal di testa

Claudia on 29 settembre 2009 16:21 ha detto...

che pena mi ha fatto S.poerella
che problemi ha A.?
:D
cla

eppifemili on 29 settembre 2009 17:10 ha detto...

@mariacristina:
ce n'è sempre uno in giro di stand by man purtroppo.

@taglia:
che schifo!

@claudia:
si chiamano "paturnie"
ti prego, coglimi la citazione.

Cri on 29 settembre 2009 17:32 ha detto...

Ahahahhahaha! Meraviglioso! Mi ha incuriosito il nome del tuo profilo e ho fatto bene a sbirciare il tuo blog, meraviglioso!! :D

eppifemili on 29 settembre 2009 17:42 ha detto...

@cri:
grazieeee!
E benvenuta!

GregHouse on 29 settembre 2009 19:42 ha detto...

Perché le mie sbornie collettive non sono mai così interessanti?

Fra Puccino on 29 settembre 2009 20:05 ha detto...

@ Eppifemili: certo che ogni volta che parli di S. mi aumenta la voglia di conoscerla, anche se poi mi parli di quarantenne... Ohibò, non sarò troppo giovane per lei?

@ Anna: cosa ti lamenti di noi uomini? Il 90% degli uomini ha le palle e non va in stand-by (che tra l'altro meglio spegnerli che consumano un sacco)... il problema è che a VOI donne piacciono questi uomini che c'hanno i probblemi (mentre sono solo pirla, credete a me)

eppifemili on 29 settembre 2009 20:21 ha detto...

@GregHouse:
beh!
questa qui pure mica lo è proprio tanto...

@FraPuccino:
non so quanti anni hai caro, ma in ogni caso bisogna darle un po' di tempo per riprendersi...
Adesso non ce la può fare... ;)
e comunque lei è proprio il classico tipo della serie "40 anni e non sentirli".
dairettammè!

mich on 29 settembre 2009 21:30 ha detto...

dell'ultima sbronza collettiva (io, il mio ciclamino e la mia borsa nuova) ricordo solo che ho iniziato a fare testamento emotivo.

poi, volevo sapere, ma il Bellis non gliela fa a consolare la biondina nel lettone improvvisamente vuoto?!

Brisella on 29 settembre 2009 21:34 ha detto...

Dai, almeno non si è parlato di A.! Sicuramente non è stato il solito aperitivo..

la signora in rosso on 29 settembre 2009 21:46 ha detto...

serata effervescente.... non da ripetersi tutte le sere però!

Ormoled on 29 settembre 2009 22:16 ha detto...

Bon dai, è finita in balla. Direi bene. Se pensi che rischiavi di dover passare tutta la sera a consolare S.
Ciao

Barbara on 29 settembre 2009 22:23 ha detto...

Forse si potrebbe provare a combinare la tua amica con il Bellis e dare alla poveraccia il numero di telefono di A.

Insomma, provare tutte le combinazioni possibili finchè non ci scappa il "e vissero felici e contenti"! eheh!

eppifemili on 29 settembre 2009 22:35 ha detto...

@mich:
lui gliela farebbe pure...se solo lei smettesse un attimo di piangere per quell'altro.

@Brisella:
questo è poco ma sicuro!

@la signora in rosso:
percarità!
Se lo ripeto anche solo un'altra volta, mi ricoverano!

@Ormoled:
si. poi la sera dopo però avrebbero dovuto consolare me!!

@barbara:
ahhahahahah!
Questa è davvero bella!
idea geniale.

Scarlett ha detto...

il Bellis è il mio nuovo idolo!
Chiaramente dopo il Master eh ;)

eppifemili on 1 ottobre 2009 11:24 ha detto...

@scarlett:
ovviamont!!
lo sai che Master è tutto tutto tuo!!!

Fiammetta on 2 ottobre 2009 22:05 ha detto...

ed è bello che il mio primo commento qui sia uno dei miei soliti commenti ad minchiam.
Volevo chiedere: ma la foto che hai messo, che lavoro è? Di chi è? Ho letto i 40 (quaranta,00) commenti precedenti sperando che qualcuno l'avesse già chiesto, ma evidentemente è una di quelle cose che non si chiedono perchè tutti già la conoscono.
Fosse la prima volta che mi capita...

eppifemili on 3 ottobre 2009 00:03 ha detto...

@Fiammetta:
risposta ad minchiam per commento ad minchiam:
foto trovata su internet.
Non ho la più pallida idea di chi sia o cosa sia.
Comunque credo sia un dipinto.

In ogni caso, mi piacciono i commenti ad minchiam, indi...
continuiamo cosìììì!!!
:)

Blog Widget by LinkWithin
 

eppifemili Copyright © 2009 Girl Music is Designed by Ipietoon Sponsored by Emocutez